Come funziona SumUp

SumUp Payments Limited è un’azienda fondata nel 2012, con sede a Londra, che attualmente rientra tra le società leader in Europa nel settore dei POS.

Si rivolge in modo particolari ai piccoli/medi negozianti e ai liberi professionisti, offrendo soluzioni su misura caratterizzati da terminali all’avanguardia e semplici da utilizzare con tariffe trasparenti.

Ma come funziona? Quali sono i costi? Quali sono i modelli disponibili? 

In questa guida noi di confrontapos.com analizzeremo costi e tariffe, funzionalità, vantaggi e tutti i modelli proposti da SumUp per chiariti le idee sulla scelta del terminale adatto alla tua attività. 

Ecco, intanto, tutti i POS proposti da SumUp:

È obbligatorio accettare i pagamenti con Pos?

La risposta è sì.

In Italia l’utilizzo del POS è obbligatorio per tutti i negozi, attività commerciali, ristoranti, bar, pizzerie, hotel oltre che per i liberi professionisti (avvocati, parrucchieri, tassisti ecc).

Inoltre dal 30 giugno 2022 è stata introdotta una sanzione in caso di mancata accettazione dei pagamenti con POS: i commercianti che rifiutano un pagamento elettronico, a prescindere dalla cifra, dovranno pagare una multa pari a 30 euro + il 4% della transazione rifiutata.

La sanzione non sussiste in caso di oggettiva impossibilità tecnica che si verifica quando ci sono problemi di connettività o malfunzionamenti tecnici dei lettori di carte.

Come funziona SumUp POS? 

L’acquisto dei POS SumUp può essere effettuato comodamente online: ti basterà seguire la procedura guidata inserendo i dati personali (con le scansioni dei documenti richiesti) e l’IBAN da associare all’utilizzo per far partire la spedizione entro pochi giorni lavorativi (senza costi aggiuntivi).

Una volta ricevuto il messaggio di avvenuta autenticazione e attivazione, il POS sarà pronto per essere utilizzato.

Tutti dispositivi SumUP sono lettori di carte EMV e accettano i principali circuiti di pagamento: Visa, Mastercard, Maestro, American Express, VPay, UnionPay, Diners Club e Discover. 

Inoltre sono accettati anche i pagamenti contactless con Apple Pay, Google Pay e Samsung Pay.

I POS dopo aver riscosso il pagamento consentono di inviare al cliente la ricevuta via sms o via e-mail (la versione 3G con stampante integrata invece consente di rilasciare una ricevuta cartacea).

Gli accrediti solitamente si ricevono entro 2-3 giorni lavorativi.

Quali sono i modelli disponibili?

SumUP propone tre modelli differenti: Air, Solo e SumUp 3G con stampante.

Il modello Air è il dispositivo entry level dell’azienda: leggero, pratico e semplice da usare.

Per utilizzarlo è necessario associarlo via bluetooth ad uno smartphone poiché questo terminale sfrutta la connessione wifi o la rete mobile del device per elaborare le transazioni correttamente. 

Per accettare pagamenti ti basterà avviare l’app SumUp e inserire l’importo dovuto dal cliente: dopodichè bisogna attivare il bluetooth dello smartphone e avvicinare il lettore SumUp Air, che si connetterà in pochi secondi per concludere la transazione.

Il modello Solo rispetto al precedente è completamente autonomo: essendo dotato di una sim dati integrata elabora le transazioni senza il supporto della connessione esterna di un altro device.

Ti basterà digitare l’importo del pagamento sul display touchscreen e proseguire con la transazione.

Incluse nel prezzo c’è troviamo la comoda base di ricarica e la cover in plexiglass per proteggere il terminale dagli urti. 

Infine abbiamo il modello SumUp 3G più stampante che grazie alla stampante termica integrata può rilasciare ricevute cartacee ai clienti (negli altri modelli sono inviate via sms o e-mail).  

Anche in questo caso c’è una sim dati integrata e la stampante funge anche da base di ricarica per il lettore. 

Cos’è il conto aziendale SumUp?

Oltre ai servizi POS la società offre agli imprenditori anche un conto corrente aziendale gratuito e digitale, perfetto per incassare velocemente i pagamenti ricevuti con i POS SumUp.

Il conto SumUP, che può essere comodamente gestito dal pc o dall’app (disponibile su iOS e Android), consente anche di pagare merci e bollette e di inviare/ricevere denaro con bonifici SEPA oltre che pagare gli stipendi.

Al conto viene associato una carta prepagata senza costi di emissione o spedizione: si tratta di una carta prepagata Mastercard che attinge i fondi automaticamente dal conto nel momento in cui si va ad utilizzarla sia per pagare in negozio che online. 

La carta è compatibile con Apple Pay e Google Pay, non va ricaricata e può effettuare prelievi di contante presso qualsiasi ATM bancario. 

L’iscrizione è totalmente gratuita e non prevede alcun abbonamento: i bonifici gratuiti sono illimitati, tre prelievi al mese sono gratuiti (superato questo limite è prevista una commissione del 2%) ,non sono previste commissioni per i pagamenti con carta in euro e puoi prelevare da qualsiasi ATM.

Quali sono i costi e le commissioni di SumUp?

Ma quali sono i costi da sostenere scegliendo un POS SumUP?

Innanzitutto abbiamo il costo di acquisto del lettore che varia in base alla tipologia di terminale scelto: 39 € per il modello Air, 44 € per Air con la base di ricarica, 79 € per il modello Solo e 129 € per SumUp Solo con la stampante integrata. 

Tutti i POS di SumUp non hanno bisogno di alcun tipo di installazione tecnica: una volta arrivati a casa sono infatti già pronti all’utilizzo. 

Inoltre l’azienda non addebiterà ai clienti nessun costo di attivazione né spese per il comodato d’uso né canone mensile o annuale per la gestione del servizio.

Dopo l’acquisto del terminale pagherai soltanto il suo effettivo utilizzo: non ci sono costi fissi né ricorrenti ma soltanto una commissione da pagare dell’1,95% su ogni transazione. 

La commissione è identica sia per la carte nazionali che internazionali ma in caso di transazioni online (come ad esempio i pagamenti via link) la commissione è del 2,5%. 

A quali tipologie di attività commerciali si rivolge Sumup? 

SumUp si rivolge principalmente alle piccole attività e lavoratori autonomi che accettano pochi pagamenti con carta. 

La commissione dell’1,95% non è tra le più basse presenti attualmente in commercio per cui se i tuoi volumi di incasso superano i 10 mila euro al mese è preferibile rivolgersi ad un’altra società magari scegliendo una soluzione con canone mensile fisso e senza commissioni. 

Inoltre visto che i suoi terminali sono davvero compatti e pratici da trasportare, risultano particolarmente adatti a coloro che effettuano consegne o prestazioni a domicilio che possono così permettere ai loro clienti di pagare in digitale.

I vantaggi di avere un POS SumUp 

Ma perché dovresti scegliere un POS SumUP? Quali sono i vantaggi?

Uno dei punti di forza dell’azienda è senza dubbio la trasparenza dei costi: nessun canone mensile/annuale, nessun vincolo contrattuale e una commissione fissa chiara sin dal principio.

Tutti i loro POS sono eccellente dal punto di vista “sicurezza”: sono infatti dotati di tutte le certificazioni più avanzate del settore oltre che di un sistema anti-manomissione che blocca istantaneamente le eventuali modifiche.

Vantaggi:

  • Semplici da utilizzare anche per chi non è avvezzo agli strumenti di pagamento o alla tecnologia;
  • Possibilità di accreditare le somme ricevute su conto corrente già esistente al momento dell’ordine;
  • Funzionano ovunque anche in mobilità;
  • Assenza di canone mensile;
  • Zero vincoli: non esiste alcun vincolo contrattuale per il cliente;
  • 30 giorni di soddisfatti o rimborsati;

Svantaggi:

  • Dispositivo non adatto alle aziende che fatturano più di 10 mila euro di pagamenti tramite carta ogni mese;

Quali sono le recensioni su questi POS?

Le recensioni sui POS SumUP sono tutte positive: gli utenti ritendono che i loro dispositivi siano affidabili e semplici da usare. 

L’opinione degli utenti è nettamente positiva soprattutto per le tariffe trasparenti, l’assenza di vincoli contrattuali e la garanzia soddisfatti o rimborsati di 30 giorni.

Molto apprezzata anche la fase di registrazione /acquisto rapida e la possibilità di appoggiare gli accrediti su qualsiasi tipologia di conto corrente.

Ecco, intanto, tutti i POS proposti da SumUp:

Informazioni sulla nostra Redazione

Alessio Sabatini

Appassionato da sempre di informatica, per necessità mi sono avvicinato al mondo dei pagamenti digitali ed ho deciso di scrivere articoli e guide in questo portale, così da aiutare commercianti e imprenditori a fare la scelta giusta.

Puoi Scrivermi a redazione@confrontapos.com