Pos Obbligatorio per le Attività Commerciali: cosa fare?

Il POS ormai è diventato obbligatorio e, attualmente, sia i commercianti che i professionisti devono munirsi di questo dispositivo. 

Il POS portatile è di grande utilità, in quanto consente ai tuoi clienti di poter pagare qualunque importo mediante la carta.

Il pos, dal 2020, è diventato obbligatorio per legge.
Il pos, dal 2020, è diventato obbligatorio per legge

Poiché l’argomentazione potrebbe sembrarti piuttosto complessa, t’illustrerò tutte le varie informazioni inerenti questa tematica.

Così potrai capire chi ha l’obbligo del POS, cosa accade a chi non l’usa e il costo per averne uno.

Ti ricordo che questo articolo è stato scritto da appassionati del settore e se hai dubbi particolari, rivolgiti sempre al tuo legale di fiducia.

Il cambiamento della normativa e cosa dice

L’obbligo del POS per i commercianti e per i professionisti è iniziato il 1° luglio del 2020.

Ciò comporta che i diversi settori degli esercenti dovranno accettare obbligatoriamente i pagamenti in forma elettronica.

Questo vale anche per gli importi minimi e al di sotto dei 5 €.

Considera che, nel momento in cui il negoziante si rifiuta di rispettare la normativa, inizialmente il Decreto prevedeva delle multe.

Quali sono le sanzioni

Considerando che non sono state ancora applicate le sanzioni, il Governo ha immesso altre tipologie di strumentazioni per contrastare l’evasione fiscale, ossia la Lotteria degli scontrini.

Pertanto pur pagando in contanti, il privato comunica all’esercente il codice fiscale e quest’ultimo viene inviato all’Agenzia delle Entrate.

In seguito si effettua l’estrazione degli scontrini e alcuni di questi vinceranno dei premi.

Se il cliente utilizza il POS, in caso di estrazione avrà un doppio premio. Ne consegue che la clientela chiederà sempre più di poter pagare col bancomat.

In questo modo si può procedere coi controlli fiscali a carico della persona in questione.

Ricordati che, quando il cliente si ritrova privo di contanti per pagare, visto che il POS con contactless è obbligatorio, il commerciante si troverà dalla parte del torto.

Il suggerimento più appropriato è quello di provvedere con l’acquisto del POS per partita Iva, per evitare di perdere dei clienti indispettiti dal fatto che non gli dai la possibilità di poter pagare con questo mezzo.

Inoltre potresti farlo optando per il servizio che si adatta maggiormente alle tue preferenze, con commissioni limitate e convenienti.

In che modo puoi adeguarti e come puoi acquistare il POS

A questo punto vediamo come puoi fare per adattarti alla normativa comperando il POS portatile.

Per questa procedura dovrai prestare una notevole attenzione a quale genere scegliere.

Il POS è un lettore di carte che consente di pagare in modo elettronico, nei punti vendita e nei negozi.

Tale transazione si può effettuare con vari tipi di strumenti elettronici, con la tecnologia NFC.

Quindi il cliente può pagare con la carta di credito, di debito e con la prepagata. 

Dunque si tratta di una transazione di denaro dal conto del cliente a quello dell’esercente.

Quando avviene il trasferimento, si emettono gli appositi scontrini, per testimoniare l’avvenuto pagamento.

Qualche volta si richiede la firma su uno degli scontrini, altre volte bisogna digitare un PIN.

L’acquisto di un POS è molto semplice. L’aspetto importante riguarda la tipologia di POS portatile da scegliere, in base alle tue esigenze.

Le tipologie di migliori POS

  • POS Stand Alone corrisponde a quello che siamo maggiormente abituati a vedere, visto che è il tipo più diffuso.
  • POS Mobile è un modello incentrato sulla versatilità ed è molto innovativo, sfruttando la connessione con lo smartphone o il tablet. Basterà scaricare l’app apposita su questi dispositivi, collegando successivamente il proprio POS.
  • POS virtuale si adopera sugli e-commerce, con la pagina dedicata ai pagamenti online.
  • Ois GSM GPRS usufruisce della connessione UMTS e ha un ottimo funzionamento, grazie alla copertura GSM/GPRS. Ciò anche quando non c’è linea. Solitamente questa tipologia si consiglia a quei lavoratori che si spostano parecchio, come per esempio gli ambulanti e chi guida il taxi. Ma pure chi lavora a domicilio come gli idraulici, che spesso si ritrovano in zone isolate o con assenza di segnale.
  • Pocket POS necessita di una base fissa per funzionare, rimanendo operativo pure a distanza di qualche metro per la connessione Bluetooth.

Solitamente serve quando c’è bisogno di andare personalmente dal cliente.

Classifica Migliori POS Portatili 2021

SumUP

10/10
  • Costo:99-149 €
  • Canone:NO
  • Commissione:1.95%

myPOS GO

9.8/10
  • Costo:19 €
  • Canone:NO
  • Commissione:1.20% + € 0.05

Easy POS Smart

9.6/10
  • Con Smart POS Easy hai la possibilità di scegliere tra canone mensile da 17/22€ senza commissioni o 240€ una tantum con commissioni dell’1%.

SumUP Solo

9/10
  • Costo:79.99€
  • Canone:NO
  • Commissione:1,95%

SumUP Air

8.5/10
  • Costo:21.95€
  • Canone:NO
  • Commissione:1,95%

Chi ha l’obbligo di acquistare un POS

Il POS per piccole transazioni col bancomat risulta obbligatorio nei seguenti esercizi commerciali:

  • Ristoratori
  • Commercianti
  • Liberi professionisti
  • Artigiani
  • Operatori del settore turistico
  • Professionisti che hanno contatto col pubblico e autonomi muniti di partita Iva.

I costi dei POS

I costi fissi per l’uso del POS sono quelli concernenti il canone mensile e le commissioni stabilite per ogni transazione. Queste commissioni possono essere fisse oppure a percentuale.

Ogni banca ha la sua tariffa, che può variare generalmente tra i 15 € e i 50 €.

In determinati casi si prevede pure una tantum di spesa per effettuare l’installazione.

Sono stati proprio i costi spesso alquanto alti dei POS che hanno ostacolato la loro diffusione presso gli esercizi commerciali.

Ecco perché i POS mobile sono così utili e convenienti, rappresentando una rivoluzione molto positiva nel settore.

Difatti si tratta della categoria di POS più moderna presente attualmente sul mercato. Oltre a rappresentare un considerevole vantaggio dal punto di vista economico. Infatti ti consente di azzerare sia i costi di acquisto che di gestione. Ne consegue che sia un enorme beneficio per te e per tutti gli esercenti.

I migliori POS non includono spese per poterli installare e non hanno dei canoni fissi, da dover pagare ogni mese.

L’apparecchiatura si compera definitivamente agli inizi, diventando quindi proprietà dell’esercente.

Poi le commissioni su ogni transazione corrispondono a quelle più basse in assoluto, tra quelle presenti attualmente.

Questo è uno dei motivi principali per cui a oggi il POS mobile rappresenti la soluzione più vantaggiosa disponibile nell’ambito commerciale.

Michele Sabatini
Informazioni su Michele Sabatini

Sono Michele Sabatini, esperto in Digital Marketing e da qualche anno ormai libero professionista e nel tempo ho provato (per conto mio o grazie a persone vicine a me) molti dispositivi di POS mobile. Ho deciso di scrivere queste guide per mostrarti l'utilità e la semplicità nell'utilizzare questi strumenti.

Lascia un commento